proteste

01.07.2018

Proteste in tutto il mondo contro la politica di “tolleranza zero” di Trump sull’immigrazione

Proteste in tutto il mondo contro la politica di “tolleranza zero” di Trump sull’immigrazione

Sabato 30 giugno negli Stati Uniti e in tutto il mondo si sono svolte 700 manifestazioni pacifiche, creative e determinate contro la politica di “tolleranza zero” di Trump sull’immigrazione e la separazione delle famiglie di immigrati. Molti manifestanti scandivano lo slogan “Le famiglie devono stare unite” e reggevano cartelli che… »

23.06.2018

Basta con le separazione delle famiglie. Proteste in tutto il mondo

Basta con le separazione delle famiglie. Proteste in tutto il mondo

Un’ondata di proteste sta dilagando negli Stati Uniti e in tutto il mondo contro la politica di Donald Trump e della sua amministrazione di separare i bambini immigrati dai loro genitori. Giovedì 28 giugno  Women’s March and partners organizzeranno un’azione di disubbidienza civile di massa a Washington, D.C., per “chiedere… »

31.05.2018

India, tribunale blocca espansione miniera

India, tribunale blocca espansione miniera

Da cento giorni manifestazioni contro multinazionale Vedanta. Un tribunale dell’India ha bloccato l’espansione di una miniera di rame della multinazionale Vedanta Resources dopo che in settimana in proteste e scontri di piazza erano stati uccisi almeno 11 manifestanti. L’ampliamento della miniera, situata presso Tuticorin, nello Stato del Tamil Nadu, e’… »

10.05.2018

Armenia: Un’altra vittoria della piazza, Pashinyan è il nuovo primo ministro

Armenia: Un’altra vittoria della piazza, Pashinyan è il nuovo primo ministro

L’Armenia ha un nuovo primo ministro, dopo che le grandi proteste delle ultime settimane avevano portato alle clamorose dimissioni dell’ex presidente Serzh Sargsyan. Dopo un primo turno di votazioni conclusosi con un nulla di fatto, al secondo tentativo l’Assemblea Nazionale armena è riuscita a mettersi d’accordo sul nome del successore di Sargsyan, premiando quello che… »

12.03.2018

Slovacchia, omicidio Kuciak, si dimette il Ministro dell’Interno

Slovacchia, omicidio Kuciak, si dimette il Ministro dell’Interno

Il Ministro dell’Interno e Vicepremier della Slovacchia, Robert Kalinak, ha annunciato oggi le dimissioni come negli ultimi giorni avevano chiesto migliaia di cittadini dopo l’omicidio del giornalista Jan Kuciak. Il giovane cronista – ritrovato morto il mese scorso assieme alla sua compagna – stava conducendo un’inchiesta che avrebbe secondo alcuni… »

04.01.2018

Iran: non è una questione di pelle… scoperta

Iran: non è una questione di pelle… scoperta

Parlerò di Iran e andrò controcorrente, con il rischio di essere criticata; spero non fraintesa. Sale il numero dei morti, anche un bambino e la cosa mi rattrista. I giovani iraniani chiedono più diritti, più libertà e più opportunità e hanno ragione. Accusano i loro governanti di essere corrotti e… »

04.01.2018

India: i Dalit protestano contro la discriminazione

India: i Dalit protestano contro la discriminazione

In seguito alle proteste di massa dei Dalit in India, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha invitato il premier Narendra Modi sia a porre fine alla perdurante discriminazione di questo gruppo di popolazione particolarmente svantaggiato, sia a prendere pubblicamente le distanze dalla violenza degli estremisti hindù contro le minoranze  etniche e religiose del… »

22.08.2017

L’università del Texas ad Austin rimuove tre monumenti sudisti

L’università del Texas ad Austin rimuove tre monumenti sudisti

Negli Stati Uniti statue di confederati continuano a cadere in mezzo alle estese proteste contro i suprematisti bianchi e i monumenti che celebrano il retaggio di schiavitù e razzismo della storia americana. L’Università del Texas ad Austin ha rimosso tre statue di leaders confederati. In una email inviata agli studenti,… »

27.07.2017

Russia: in piazza contro la censura di Internet

Russia: in piazza contro la censura di Internet

Oleksiy Bondarenko Nuove proteste a Mosca. Domenica scorsa circa un migliaio di persone (800 secondo le forze dell’ordine, almeno 1500 secondo gli organizzatori) è sceso nuovamente in piazza, continuando sulla scia, seppur in maniera molto più ridotta, delle proteste anti-governative che hanno visto un susseguirsi di manifestazioni nelle principali città del… »

24.07.2017

Polonia, il Presidente salva lo Stato di diritto

Polonia, il Presidente salva lo Stato di diritto

Il presidente della Polonia, Andrzej Duda, ha annunciato che non firmerà gli emendamenti alla legge sulla Corte Suprema, già approvati dai due rami del Parlamento nei giorni scorsi, che avrebbero definitivamente posto il sistema giudiziario sotto il controllo del governo del partito Diritto e Giustizia. Se gli emendamenti fossero entrati… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.