proteste

01.10.2019

Egitto, in carcere anche uno studente sudanese. Proteste a Khartoum

Egitto, in carcere anche uno studente sudanese. Proteste a Khartoum

L’attivista alla Dire: “Al Cairo gli arresti non risparmiano gli stranieri”. Waleed Abdelrahman Hassan si è trasferito al Cairo per studiare, ma ormai da dieci giorni è in prigione con l’accusa di terrorismo e militanza nei Fratelli musulmani, un movimento dichiarato illegale in Egitto a seguito dell’arrivo al potere del presidente… »

25.09.2019

Algeria : soli ma determinati e nonviolenti

Algeria : soli ma determinati e nonviolenti

Venerdì 20 settembre 2019,  in tutta l’Algeria, milioni di cittadine e cittadini sono usciti, in massa, determinati a sfidare i divieti e i blocchi stradali del regime. “Ascolta generale, ascolta generale: Stato civile e non militare!”. recita lo slogan principale della giornata. 31 settimane dopo l’inizio il 22 febbraio scorso,… »

10.09.2019

Sbarco a Malta per i migranti salvati dall’Alan Kurdi. L’Ocean Viking attende ancora un porto sicuro

Sbarco a Malta per i migranti salvati dall’Alan Kurdi. L’Ocean Viking attende ancora un porto sicuro

Gli ultimi cinque migranti a bordo dell’Alan Kurdi, la nave della Ong tedesca Sea-Eye, potranno sbarcare a Malta. Da qui verranno poi trasferiti nei paesi dell’Unione Europea che hanno offerto la loro disponibilità, una prospettiva che non sembra però così scontata:  lunedì i richiedenti asilo detenuti nel centro maltese di… »

27.08.2019

Incendi in Amazzonia, l’astronauta Parmitano: “Il fumo è visibile per migliaia di chilometri”

Incendi in Amazzonia, l’astronauta Parmitano: “Il fumo è visibile per migliaia di chilometri”

In Brasile i progressisti lanciano un’alleanza per proteggere la foresta. “Il fumo, visibile per migliaia di chilometri, di decine e decine di incendi dolosi nella foresta amazzonica”. Luca Parmitano, astronauta italiano a bordo della stazione spaziale Iss, lo scrive su Twitter allegando quattro foto esplicative del dramma che sta consumando… »

27.08.2019

Francia, il G7 segnato dalla repressione delle proteste

Francia, il G7 segnato dalla repressione delle proteste

Il G7 di Biarritz è stato segnato da un’ingiustificabile repressione della libertà di assemblea e di movimento: 100 persone sono state arrestate, a molte altre è stato impedito di protestare pacificamente e solo di due manifestazioni è stato autorizzato lo svolgimento. “Sin dall’inizio, era chiaro che le autorità francesi avevano adottato un piano per limitare la… »

05.08.2019

Hong Kong, la manifestazione contro i violenti che non fa notizia (in occidente)

Hong Kong, la manifestazione contro i violenti che non fa notizia (in occidente)

Una nuova giornata di proteste violente ha colpito la città di Hong Kong con la polizia impegnata a contenere la furia devastatrice dei manifestanti. La governatrice Carrie Lam ha evidenziato che ormai chi protesta ha cambiato le richieste al governo che all’inizio erano focalizzate sul disegno di legge per l’estradizione… »

28.07.2019

Il governatore di Porto Rico Ricardo Rosselló si dimette tra proteste di massa

Il governatore di Porto Rico Ricardo Rosselló si dimette tra proteste di massa

Il governatore di Porto Rico Ricardo Rosselló ha annunciato mercoledì 26 luglio che si dimetterà dall’incarico, meno di due settimane dopo la diffusione di messaggi scioccanti in cui il governatore e i suoi collaboratori deridono le vittime dell’uragano Maria, insultano la sindaca della capitale San Juan, a cui vorrebbero sparare… »

16.07.2019

Nuove proteste contro il cambiamento climatico nel Regno Unito

Nuove proteste contro il cambiamento climatico nel Regno Unito

Il 15 luglio il gruppo ambientalista Extinction Rebellion è tornato nelle strade del Regno Unito per protestare contro l’inerzia ufficiale davanti al cambiamento climatico e in solidarietà con gli attivisti arrestati durante le manifestazioni dello scorso aprile. “Siamo qui per chiedere che il sistema giuridico si assuma le proprie responsabilità… »

04.07.2019

5 luglio 2019: L’Algeria di nuovo in piazza per l’indipendenza

5 luglio 2019: L’Algeria di nuovo in piazza per l’indipendenza

Domani, 5 luglio 2019, è una data doppiamente simbolica e doppiamente importante per l’Algeria. Da una parte è la data commemorativa del 56esimo anniversario dell’indipendenza ottenuta dalla Francia dopo una lunga e crudele guerra di Liberazione. (Leggi qui “5 luglio 1962”, e qui “La bandiera della Zia Aichoucha“). Dall’altra parte… »

13.06.2019

Proteste di massa a Hong Kong. Il Parlamento rimanda il dibattito sulla legge di estradizione in Cina

Proteste di massa a Hong Kong. Il Parlamento rimanda il dibattito sulla legge di estradizione in Cina

Le autorità di Hong Kong hanno chiuso gli uffici governativi e rinviato il dibattito parlamentare, un giorno dopo che la polizia antisommossa aveva sparato gas lacrimogeni, proiettili di gomma e spray al pepe contro decine di migliaia di manifestanti scesi in piazza per protestare contro un disegno di legge che… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 16.02.20

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

Chiudiamo le pagine di chi spegne i sorrisi

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.