Myanmar

Crisi dei profughi in aumento: ricordate i rohingya, gli afghani e anche gli ucraini

Le questioni dei profughi rohingya e afgani sono attualmente anche importanti problemi internazionali. Più di 1,1 milioni di rohingya si sono rifugiati in Bangladesh dall’agosto 2017 a causa del genocidio e della pulizia etnica in Myanmar. Ogni anno, vi si…

Myanmar, 1° febbraio: un anno di unità

Durante un’intervista con la giornalista della CNA May Wong, l’inviato speciale delle Nazioni Unite in Myanmar Noeleen Heyzer ha affermato che “ogni trasformazione politica non può avvenire dall’oggi al domani” e che i giovani devono “negoziare con i militari una…

Myanmar: città sotto i bombardamenti governativi

“Da Loikaw stanno scappando tutti, persino i monaci e ora anche le nostre sei consorelle, costrette a lasciare la città sotto i bombardamenti”: suor Giusy Sozza, superiora generale delle Ancelle missionarie del santissimo sacramento, parla con l’agenzia Dire del conflitto…

Aung San Suu Kyi condannata, Amnesty: “distruzione delle libertà”

Aung San Suu Kyi, la leader di fatto del governo deposto il 1° febbraio 2021 da un colpo di stato militare e arrestata nella stessa data, è stata condannata a quattro anni di carcere per “incitamento contro le forze armate” e “violazione…

Le Nazioni Unite chiedono un embargo sulle armi destinate all’esercito di Myanmar

Il 18 giugno l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato, con 119 voti a favore e un voto contrario (quello della Bielorussia), una risoluzione che condanna le violazioni dei diritti umani commesse dalle forze armate di Myanmar dopo il colpo…

Il governo ombra birmano apre ai Rohingya

Il governo clandestino birmano (Nug) che si oppone al golpe militare del 1° febbraio apre, seppur timidamente, ai Rohingya, la vessata comunità musulmana espulsa ormai quasi completamente dal Myanmar. Lo ha fatto designando Maung Zarni come advisor del Ministro della Cooperazione e portavoce dell’esecutivo…

La crisi in Myanmar e il mistero delle pallottole italiane

Sarà convocata in tribunale “in presenza” il 24 maggio l’ex leader de facto del governo birmano Aung San Suu Kyi nel processo farsa che la vede accusata con cinque capi di imputazione. L’ennesimo passo verso un baratro che ogni giorno…

Myanmar, 200 Ong chiedono all’Onu l’embargo sulle armi alla giunta militare

Le associazioni denunciano la morte di 769 persone e 4.750 arresti durante le proteste contro il regime militare che ha preso il potere con un colpo di Stato, arrestando il Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi. Il…

Myanmar, gigante dell’acciaio sudcoreano taglia i ponti con i militari golpisti

Il 16 aprile il gigante dell’acciaio sudcoreano Posco ha annunciato che la sua controllata in Myanmar, Posco C&C, interromperà le relazioni con la Myanmar Economic Holding Ltd, il conglomerato industriale di stato di proprietà dei militari autori del sanguinoso colpo…

Campagna di protesta: la responsabilità di proteggere il Myanmar

Un’iniziativa umanista internazionale chiama alla solidarietà con il popolo del Myanmar e chiede di sostenere e diffondere la campagna di protesta contro la violenza del regime militare in quel Paese. Cari amici umanisti! Vi chiediamo di partecipare, come individui o…

1 2 3 9