Myanmar

Nella Giornata Internazionale contro l’impunità l’Associazione Freedom of Expression Myanmar ricorda i 9 giornalisti uccisi in Birmania

La FEM (Freedom of Expression Myanmar) celebra la “Giornata internazionale per porre fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti” ricorda i nove giornalisti uccisi in Myanmar ed esprime solidarietà a tutti quei giornalisti che sono stati gravemente feriti, torturati…

Myanmar, quinto anniversario della crisi dei rohingya. Occorre giustizia

Il 25 agosto 2017 l’esercito di Myanmar lanciò una violenta operazione contro la popolazione rohingya dello stato di Rakhine, rendendosi responsabile di gravi crimini di diritto internazionale, dell’incendio di interi villaggi e della fuga di centinaia di migliaia di persone…

Myanmar. Amnesty International: “Ulteriore aumento della repressione di Stato”

Alla notizia di quattro esecuzioni portate a termine dalle autorità militari di Myanmar, le prime dalla fine degli anni Ottanta, Erwin van der Borght, direttore regionale di Amnesty International, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Queste esecuzioni, che equivalgono a una…

La crisi in Myanmar si aggrava in seguito al colpo di stato

Le crisi scatenate in Myanmar dopo il colpo di stato militare del 1° febbraio dell’anno scorso “si sono approfondite ed estese in modo drammatico”, ha dichiarato l’inviato speciale delle Nazioni Unite nel Paese asiatico, Noeleen Heyzer, in un rapporto all’Assemblea…

Myanmar. 112 organizzazioni chiedono alla Giunta militare di non procedere a quattro impiccagioni

Amnesty International e 111 organizzazioni per i diritti umani hanno espresso enorme preoccupazione per l’annuncio, da parte delle autorità militari di Myanmar, della ratifica di quattro condanne a morte emesse a seguito di processi gravemente irregolari. Phyo Zeya Thaw, già…

Le forze armate di Myanmar hanno commesso crimini di guerra negli stati orientali della Birmania di Kayin e Kayah

Nel corso degli ultimi mesi le forze armate di Myanmar (Tatmadaw), che rispondono alla giunta golpista, hanno commesso crimini di guerra nei due Stati Kayin e Kayah (aria orientale della Birmania al confine con la Thailandia), dove hanno sottoposto le…

Crisi dei profughi in aumento: ricordate i rohingya, gli afghani e anche gli ucraini

Le questioni dei profughi rohingya e afgani sono attualmente anche importanti problemi internazionali. Più di 1,1 milioni di rohingya si sono rifugiati in Bangladesh dall’agosto 2017 a causa del genocidio e della pulizia etnica in Myanmar. Ogni anno, vi si…

Myanmar, 1° febbraio: un anno di unità

Durante un’intervista con la giornalista della CNA May Wong, l’inviato speciale delle Nazioni Unite in Myanmar Noeleen Heyzer ha affermato che “ogni trasformazione politica non può avvenire dall’oggi al domani” e che i giovani devono “negoziare con i militari una…

Myanmar: città sotto i bombardamenti governativi

“Da Loikaw stanno scappando tutti, persino i monaci e ora anche le nostre sei consorelle, costrette a lasciare la città sotto i bombardamenti”: suor Giusy Sozza, superiora generale delle Ancelle missionarie del santissimo sacramento, parla con l’agenzia Dire del conflitto…

Aung San Suu Kyi condannata, Amnesty: “distruzione delle libertà”

Aung San Suu Kyi, la leader di fatto del governo deposto il 1° febbraio 2021 da un colpo di stato militare e arrestata nella stessa data, è stata condannata a quattro anni di carcere per “incitamento contro le forze armate” e “violazione…

1 2 3 9