land grabbing

29.06.2015

Expo, nutrire il pianeta o le multinazionali? Secondo convegno

Expo, nutrire il pianeta o le multinazionali? Secondo convegno

Organizzato dal Gruppo della Sinistra Unita al Parlamento Europeo, in collaborazione con CostituzioneBeniComuni, il Comitato Milanese Acqua pubblica e il Gruppo consigliare Sinistra Europea Città Metropolitana di Milano, con l’adesione de “L’Altra Europa con Tsipras” – Milano, il convegno internazionale – il secondo sull’argomento, dopo quello di febbraio –  si è tenuto… »

20.05.2015

EXPO: nutrire il pianeta o le multinazionali? (2a edizione)

EXPO: nutrire il pianeta o le multinazionali? (2a edizione)

Convegno internazionale Venerdì 26 giugno 15.00/19.00 spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2/piazza Oberdan Sabato 27 giugno 9.00 /18.30 teatro Puccini/Elfo c.so Buenos Aires 33, Milano Un appuntamento di critica e proposte, per una politica globale capace di garantire a tutta l’umanità un futuro degno di essere vissuto. Organizzato dal GUE/NGL, (il… »

15.05.2015

La “Carta di Milano”: sotto le parole…nulla

La “Carta di Milano”: sotto le parole…nulla

Ora tutto il dibattito su questa Expo rischia di dover ruotare attorno ad un’unica fotografia: da un lato migliaia di persone entusiaste tra gli stand della grande Esposizione, dall’altra le auto bruciate e la città sfregiata. Ma non è così. Restano tutte le ragioni della critica ad Expo. Restano le… »

29.04.2015

Myanmar: condannati per aver “arato” simbolicamente le proprie terre

Myanmar: condannati per aver “arato” simbolicamente le proprie terre

Gli abitanti del villaggio di Hpruso, nello stato orientale del Kayah, hanno protestato davanti al tribunale della zona dopo che 3 contadini sono stati condannati per il loro ruolo nella programmazione della “protesta dell’aratro”. Nel mese di agosto dello scorso anno, centinaia di residenti locali avevano organizzato una aratura simbolica di… »

28.04.2015

Expocrisia 2015

Expocrisia 2015

  “Nutrire il pianeta” recita lo slogan di Expo 2015 e la mente corre subito al miliardo di affamati che affollano il mondo. Ma di affamati all’expo non ce ne sarà neanche uno, perché del loro destino in realtà non importa niente a nessuno. Siamo solo di fronte all’ennesimo caso… »

22.01.2015

Lettera aperta a Renzi sull’Expo

Lettera aperta a Renzi sull’Expo

 “Allo stato attuale la produzione agricola mondiale potrebbe facilmente sfamare 12 miliardi di persone……. si potrebbe quindi affermare che ogni bambino che muore per denutrizione oggi è di fatto ucciso” Jean Ziegler, già Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul diritto al cibo Signor Presidente del Consiglio, i giornali ci informano… »

19.01.2015

Land grabbing. Il neocolonialismo

Land grabbing. Il neocolonialismo

    Nel saggio “Land grabbing” (www.minimumfax.com, 2011, 244 pagine), il giornalista Stefano Liberti ha raccontato i retroscena della svendita dei terreni nei paesi più poveri.   Liberti riesce a chiarire un fenomeno molto trascurato con uno dei primi reportage sul business internazionale delle terre da coltivare, che è… »

26.11.2014

Sospiro di sollievo per i Masai, non verranno sfrattati

Sospiro di sollievo per i Masai, non verranno sfrattati

Il presidente della Tanzania,  Jakaya Kikwete, ha promesso martedì, con un tweet, di non sfrattare più i Masai, dopo una protesta internazionale contro il progetto di trasformare la loro terra ancestrale in un terreno di caccia commerciale per i reali di Dubai. La scorsa settimana The… »

20.11.2014

Masai sfrattati per la riserva di caccia dei reali di Dubai

Masai sfrattati per la riserva di caccia dei reali di Dubai

La tribù dei Masai, che vive nel nord della Tanzania da circa tre secoli, rischia di perdere la propria terra di origine a causa di un’affare commerciale tra il governo e i reali di Dubai. Il governo di Dodoma vuole infatti trasformare 1.500 chilometri quadrati di terre in riserva… »

21.05.2014

Senegal: Land grabbing, il direttore della Senhuile arrestato

foto da: actionaid.it Benjamin Dummai, il direttore generale della Senhuile SA, consorzio agro-alimentare italo-senegalese che ha occupato in maniera illegittima 20mila ettari di terra nel nord del Senegal, dopo essere stato licenziato dal consiglio di amministrazione della società, la settimana scorsa è stato arrestato dalle forze di polizia senegalesi. Secondo… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.