Bangladesh

05.06.2018

Bangladesh, MSF apre nuovo reparto maternità. Quattro neo-mamme su dieci sono vittime di violenza

Bangladesh, MSF apre nuovo reparto maternità. Quattro neo-mamme su dieci sono vittime di violenza

Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, Medici Senza Frontiere (MSF) ha aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che… »

15.05.2018

UNICEF: “Stop agli attacchi sui bambini”

UNICEF: “Stop agli attacchi sui bambini”

Dichiarazione del Direttore generale dell’UNICEF Henrietta H. Fore   “Durante i primi quattro mesi dell’anno, dalla Repubblica Centrafricana al Sud Sudan, e dalla Siria all’Afghanistan, gli attacchi sui bambini nel corso di conflitti sono continuati ininterrottamente. Con scarso rimorso e ancor meno trasparenza, le parti in conflitto continuano apertamente a… »

19.04.2018

MSF apre una nuova struttura in un campo per profughi Rohingya in Bangladesh

MSF apre una nuova struttura in un campo per profughi Rohingya in Bangladesh

Medici Senza Frontiere (MSF) ha aperto un nuovo ospedale nel cuore del grande campo di Kutupalong-Balukhali, dove hanno trovato riparo circa 700.000 rifugiati Rohingya in Bangladesh. Si trova facilmente perché sorge su una delle tante colline che formano il paesaggio di Cox’s Bazar e per questo è… »

09.03.2018

ONU: il rimpatrio dei Rohingya è impossibile

ONU: il rimpatrio dei Rohingya è impossibile

Dopo settimane di silenzio, l’ONU ha di nuovo fatto sentire la sua voce riguardo alla situazione dei Rohingya. Lo ha fatto tramite le parole di Andrew Gilmour, sottosegretario generale alle Nazioni Unite per i Diritti Umani, il quale ha dichiarato che “l’incubo non è finito”, sottolineando poi come la pulizia… »

23.02.2018

Rohingya, MSF: “Dopo 6 mesi la fuga continua. Con l’imminente stagione delle piogge si rischia un’emergenza nell’emergenza”

Rohingya, MSF: “Dopo 6 mesi la fuga continua. Con l’imminente stagione delle piogge si rischia un’emergenza nell’emergenza”

In sei mesi, dal 25 agosto 2017 ad oggi, sono circa 700.000 i rifugiati Rohingya fuggiti dal Myammar per trovare rifugio nel distretto meridionale di Cox’s Bazar, in Bangladesh, dove vivono in campi sovraffollati e precarie condizioni igienico-sanitarie. Una fuga che continua ancora oggi, sebbene sensibilmente ridotta rispetto all’apice della… »

18.02.2018

Rohingya: Una corsa contro il tempo

Rohingya: Una corsa contro il tempo

“E’ una corsa contro il tempo”. Con queste parole Filippo Grandi, alto commissario dell’ONU per i rifugiati, ha definito la situazione dei Rohingya nei campi al confine con il Bangladesh: è infatti alle porte la stagione dei cicloni, solita sopraggiungere all’inizio di marzo, che potrebbe causare inondazioni e frane nella… »

22.01.2018

Il Bangladesh sospende il piano di rimpatri dei rifugiati rohingya

Il Bangladesh sospende il piano di rimpatri dei rifugiati rohingya

Una saggia e benvenuta decisione, quella presa il 22 gennaio dal governo del Bangladesh di sospendere l’attuazione del piano, concordato la scorsa settimana con quello di Myanmar, che prevedeva il rimpatrio di circa 650.000 rifugiati rohingya nel giro di due anni, a cominciare da 1.500 rientri alla settimana. Un piano… »

24.11.2017

Accordo sul rientro dei rohingya inimmaginabile fino a quando non sarà smantellato il sistema di apartheid

Accordo sul rientro dei rohingya inimmaginabile fino a quando non sarà smantellato il sistema di apartheid

Reagendo alla notizia dell’accordo raggiunto tra Myanmar e Bangladesh per il rientro di quasi un milione di rifugiati rohingya, Charmain Mohamed, direttore di Amnesty International sui diritti dei rifugiati e dei migranti, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Anche se i dettagli dell’accordo non sono stati ancora resi noti, parlare di… »

06.10.2017

Myanmar: i profughi non debbono essere costretti al ritorno

Myanmar: i profughi non debbono essere costretti al ritorno

La comunità internazionale deve contribuire a garantire che nessun rifugiato rohingya sia costretto a fare ritorno in Myanmar finché permarrà il rischio di gravi violazioni dei diritti umani a seguito della campagna brutale di pulizia etnica condotta dall’esercito, ha dichiarato Amnesty International. I governi del Bangladesh e di Myanmar hanno… »

22.09.2017

Rohingya: urge azione immediata per evitare un disastro di salute pubblica

Rohingya: urge azione immediata per evitare un disastro di salute pubblica

In seguito all’arrivo di centinaia di migliaia di rifugiati Rohingya in Bangladesh, urge un aumento su larga scala dell’assistenza umanitaria per evitare un disastro in termini di salute pubblica. Questo l’appello lanciato dall’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF).   Come conseguenza dell’ondata di violenze contro i Rohingya, in un periodo di… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 13.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.