Riccardo Noury

Riccardo Noury

Portavoce di Amnesty International Italia, di cui fa parte dal 1980. Autore e coautore di numerose pubblicazioni sui diritti umani, l'ultima delle quali è "Srebrenica. La giustizia negata" (con Luca Leone, Infinito Edizioni 2015). Blogger per il Corriere della Sera, il Fatto quotidiano, Articolo 21 e collaboratore di Pressenza.

28.09.2018

Accordo di Escazú: le prime 12 firme del trattato americano in difesa dell’ambiente

Accordo di Escazú: le prime 12 firme del trattato americano in difesa dell’ambiente

Il 27 settembre, alla prima riunione utile (l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite) Argentina, Antigua y Barbuda, Brasile, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Guyana, Messico, Panama, Perú, Santa Lucia e Uruguay hanno firmato l’Accordo di Escazú. Adottato il 4 marzo a San José, la capitale della Costa Rica, da rappresentanti di 24 paesi dell’America… »

27.09.2018

India, incostituzionale il “reato” di adulterio

India, incostituzionale il “reato” di adulterio

Il 27 settembre la Corte Suprema indiana ha giudicato incostituzionale il “reato” di adulterio, cancellando così l’articolo 497 del codice penale, un vero e proprio lascito dell’età coloniale risalente a 158 anni fa. La norma abrogata prevedeva che un uomo che avesse avuto una relazione sessuale con la moglie di… »

18.09.2018

Roberto Fico al Cairo: una visita diversa dalle altre

Roberto Fico al Cairo: una visita diversa dalle altre

Il presidente egiziano al-Sisi dev’essersi reso ben conto, ieri, che la persona venuta dall’Italia che aveva di fronte non era come quelle incontrate negli ultimi mesi: figure di alto livello di più governi, arrivate al Cairo per farsi compimenti reciproci, giurarsi amicizia e parlare di economia, immigrazione, terrorismo… »

30.08.2018

Quelle parole che al-Sisi non avrebbe dovuto dire

Quelle parole che al-Sisi non avrebbe dovuto dire

“Giulio è uno di noi”. il presidente egiziano al-Sisi era davvero l’ultimo a poter pronunciare questa frase. Anzi, neanche l’ultimo. Proprio fuori classifica. Avrebbero potuto dirla, quella frase, i sopravvissuti alle sparizioni forzate e alla tortura, i “Giulio” e le “Giulia” d’Egitto. Avrebbero potuto dirla madri, padri, mariti, mogli, sorelle,… »

22.08.2018

Tagikistan, rilasciato giornalista indipendente

Tagikistan, rilasciato giornalista indipendente

Con una decisione rarissima, il 22 agosto un tribunale del Takigistan ha ordinato il rilascio di Khayrullo Mirsaidov, giornalista indipendente, commediografo e prigioniero di coscienza di Amnesty International. Mirsaidov era stato arrestato il 5 dicembre 2017 a Khudzhand, nel nord dell’ex repubblica sovietica dell’Asia centrale, con le accuse di “sottrazione… »

20.08.2018

Cambogia, scarcerata la leader del movimento per la casa

Cambogia, scarcerata la leader del movimento per la casa

Dopo oltre 700 giorni di carcere, il 20 agosto 2018 un provvedimento di grazia firmato dal re ha consentito a Tep Vanny, leader del movimento per il diritto alla casa della Cambogia, di tornare libera. Sono stati, i suoi, due anni di detenzione ingiusta, dovuti solo al suo pacifico attivismo… »

15.08.2018

Nigeria, sospese le attività della famigerata Squadra speciale anti-rapine

Nigeria, sospese le attività della famigerata Squadra speciale anti-rapine

Il 14 agosto il presidente ad interim della Nigeria Yemi Osinbajo (nella foto tratta da dailypost.ng) ha ordinato l’immediata sospensione delle attività e un’approfondita revisione della Squadra anti-rapine, un corpo speciale della polizia federale che da tempo Amnesty International accusava di brutali violazioni dei diritti umani, tra cui… »

14.08.2018

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Intorno alle 18 del 14 agosto dello scorso anno le agenzie iniziarono a battere la notizia che il governo Gentiloni aveva deciso di rinviare l’ambasciatore in Egitto. Una decisione apparentemente improvvisa, comunicata con un preavviso pressoché inesistente alla famiglia Regeni, alla quale in precedenza era stata promessa la massima condivisione… »

12.08.2018

Bangladesh, “non è un terrorista”: cittadino britannico scarcerato dopo oltre due anni

Bangladesh, “non è un terrorista”: cittadino britannico scarcerato dopo oltre due anni

Il 1° giugno 2016 Hasnat Karim sta festeggiando il compleanno all’Holey Artisan Bakery café di Dacca, la capitale del Bangladesh. Entrano sette uomini armati e, come tante volte è purtroppo già accaduto, iniziano a sparare a casaccio e a lanciare granate. Poi si barricano dentro. Karim si offre come ostaggio… »

31.07.2018

Malaysia, assolti dall’accusa di sedizione il vignettista “Zunar” e altri due attivisti

Malaysia, assolti dall’accusa di sedizione il vignettista “Zunar” e altri due attivisti

Il vignettista Zulkiflee Anwar “Zunar” Ulhaque, il parlamentare R. Sivarasa e l’avvocato per i diritti umani N. Surendran sono stati assolti il 30 luglio dall’accusa di sedizione. Tre persone coraggiose, che hanno tenuto accesi i riflettori sull’ingiustizia, la corruzione e gli abusi di potere, sono state… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 12.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.