Gianmarco Pisa

Gianmarco Pisa, operatore di pace. Impegnato in iniziative e ricerca-azione per la trasformazione dei conflitti, nell'ambito di IPRI (Istituto Italiano di Ricerca per la Pace) - Rete Corpi Civili di Pace, si occupa inoltre di inter-cultura e inclusione presso i centri di ricerca RESeT (Ricerca su Economia Società e Territorio) e IRES Campania (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali), a Napoli, la sua città. Ha all'attivo pubblicazioni sui temi del conflitto e della pace e azioni di pace nei Balcani, per Corpi Civili di Pace in Kosovo, e, in diversi contesti, nello scenario mediterraneo.

Elezioni in Serbia: persino oltre le più ampie previsioni

Una recente indagine sociologica («Orientamenti sui valori degli studenti delle scuole superiori in Serbia 2019») condotta dall’Istituto per le Ricerche Sociali della Facoltà di Filosofia dell’Università di Belgrado, su un campione rappresentativo della gioventù serba, costituito da giovani studenti e…

Nell’anniversario della «pace di Kumanovo»

Sono passati ventuno anni. Quel 10 Giugno 1999, tutti hanno avuto una parte di ragione nel reclamare la propria “vittoria”. Senza dubbio la NATO, che poteva mettere in risalto la tempistica del ritiro delle truppe jugoslave dal Kosovo, secondo un…

Se la Jadarite entra nella campagna elettorale…

Non è passata sotto traccia una recente dichiarazione del presidente serbo, Aleksandar Vučić, con un richiamo ad un prezioso minerale che rende la Serbia un Paese singolare, dal punto di vista delle risorse di base. «La Serbia possiede il 10%…

Governo Hoti, in Kosovo: un Governo del Presidente?

Con l’odierna votazione del Parlamento dell’auto-proclamata “Repubblica del Kosovo” si conclude (per il momento…) la lunga e travagliata crisi politica che ha segnato la regione negli ultimi mesi, dopo le elezioni politiche, la formazione (prima) e la caduta (poi) del…

Sarajevo antifascista

«La messa, programmata nella città di Sarajevo il 16 Maggio, con l’intenzione di commemorare soldati e civili morti a Bleiburg, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, rischia di diventare una glorificazione dei sostenitori del regime fascista Ustaša, alleato dei Nazisti,…

A proposito della «Dichiarazione di Zagabria»

Dal vertice UE – Balcani, svolto in video-conferenza lo scorso 6 Maggio, sembra essere emersa una volontà condivisa tra le autorità comunitarie e le leadership dei Paesi dei Balcani Occidentali di confermare gli orientamenti strategici sin qui variamente elaborati, ma…

Tito e le sue eredità: 4 Maggio 1980, quarant’anni dopo

Il 4 Maggio di quest’anno, quarantesimo della scomparsa di Tito, è senza dubbio una delle ricorrenze maggiori di questo 2020. Josip Broz «Tito», nato a Kumrovec, in Croazia, il 7 Maggio 1892, morto a Lubiana, capitale della Slovenia, appunto il…

Nuovo governo alle viste in Kosovo

Ponendo fine a una controversa crisi politica, il presidente della auto-proclamata repubblica del Kosovo, Hashim Thaçi, lo scorso 30 Aprile ha dato l’incarico ad Avdullah Hoti, espressione di uno dei due principali partiti della coalizione di governo uscente, la LDK,…

Per la Giornata Mondiale del Libro, il Valore della Cultura

In occasione della Conferenza Generale di Parigi, che si svolse tra il 25 Ottobre e il 16 Novembre del 1995, l’UNESCO, Organizzazione delle Nazioni Unite per la Scienza, l’Istruzione e la Cultura, decise di approvare la Risoluzione (punto 3.18) con…

Israele: un accordo sotto l’egida del «Piano Trump»

Raggiunto, finalmente, l’accordo in Israele, dopo tre estenuanti campagne elettorali, per un governo di “unità nazionale” che, presentato come «governo di emergenza nazionale», rischia di trasformarsi invece in un vero e proprio «governo di emergenza democratica». L’accordo tra i due…

1 5 6 7 8 9 30