Co-mai Comunità del Mondo Arabo in Italia

Co-mai Comunità del Mondo Arabo in Italia

La Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) è un’associazione apartitica, senza scopo di lucro, indipendente e aperta ad ogni credo religioso che opera in un clima di grande tolleranza e trasparenza. Nasce nel 2008 dall’intento di essere uno strumento di dialogo e cooperazione rivolto a tutti, al fine di operare per la promozione e la conoscenza della cultura araba e dell’integrazione sociale e culturale per fornire proposte, dati, statistiche, riflessioni e ricerche sul mondo arabo in Italia in particolare e sull’immigrazione in generale. Per portare avanti e sviluppare tali obbiettivi ha costituito dalla sua istituzione 12 commissioni che seguono altrettante iniziative.

03.10.2018

Gaza: più di 230 vittime e più di 16.000 feriti da marzo durante la Marcia del Ritorno

Gaza: più di 230 vittime e più di 16.000 feriti da marzo durante la Marcia del Ritorno

Queste statistiche gravi che giungono da fonti mediche palestinesi di Gaza , delle Co-mai, Comunità del mondo Arabo in Italia, e dell’ Associazione dei Palestinesi in Italia (API), fanno il punto su quello che è il bilancio delle vittime e dei feriti da marzo scorso a Gaza Est, ai… »

11.08.2018

Co-mai: a Gaza, sanità e assistenza al collasso; e urgono soluzioni per le guerre dimenticate, in Palestina, Siria e Yemen 

Co-mai: a Gaza, sanità e assistenza al collasso; e urgono soluzioni per le guerre dimenticate, in Palestina, Siria e Yemen 

Le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) esprimono solidarietà al popolo palestinese e a Gaza per le ingiustizie e gli attacchi militari che son costretti a subire quotidianamente. La popolazione non può ricevere le cure e l’assistenza adeguata. Le strutture sanitarie e gli ospedali sono al collasso, come viene… »

15.05.2018

Gaza, la Co-mai per attivare subito un corridoio umanitario; ospedali al collasso, con più di 60 morti e 3000 feriti

Gaza, la Co-mai per attivare subito un corridoio umanitario; ospedali al collasso, con più di 60 morti e 3000 feriti

Almeno 60 morti e più di 3000 feriti, inclusi gli intossicati: tra le vittime, anche 8 bambini (compresa una neonata, morta per aver inalato gas lacrimogeno). Questo il bilancio provvisorio, fornito da fonti mediche locali, degli scontri di ieri al confine tra Striscia di Gaza e Israele. Il ministero della Sanità palestinese ha… »

14.04.2018

Firmato a Roma, tra Amsi, Umem e e Università “Unicamillus”,  importante accordo per  sanità e  ricerca scientifica  

Firmato a Roma, tra Amsi, Umem e e Università “Unicamillus”,  importante accordo per  sanità e  ricerca scientifica  

  La sanità come strumento di cooperazione che favorisce la conoscenza tra i popoli, le culture e le religioni: con questa premessa l’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), la Confederazione Internazionale Unione Medica Euro-mediterranea- UMEM, le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e il Movimento Internazionale “Uniti per… »

11.03.2018

“La figura della donna nelle tre religioni monoteiste”: convegno a Roma 3

“La figura della donna nelle tre religioni monoteiste”: convegno a Roma 3

Per l’ 8 marzo, a Roma 3,  convegno di Università, Co-mai e Uniti per Unire  sulla donna nelle 3 religioni monoteistiche. “La figura della donna nelle tre religioni monoteiste”: questo il tema del Convegno interdisciplinare e interreligioso svoltosi l’8 marzo a Roma, per la Festa internazionale della Donna,  presso il… »

09.03.2018

Foad Aodi: la “Buona Immigrazione” è una nostra proposta del 2002

Foad Aodi: la “Buona Immigrazione” è una nostra proposta del 2002

“Immigrazione: ben venga l’attuazione del nostro progetto Buona Immigrazione da qualsiasi partito politico, lo ricordiamo al neo senatore Iwobi”. Cosi dichiara il fondatore dell’ AMSI ( Associazione medici di origine straniera in Italia) e delle CO MAI (le Comunità del mondo arabo in Italia ) Foad Aodi, che apprezza l’utilizzo… »

02.03.2018

Un convegno l’8 marzo con donne ebree, musulmane, cristiane e laiche per dire #NoallaViolenza

Un convegno l’8 marzo con donne ebree, musulmane, cristiane e laiche per dire #NoallaViolenza

“Siamo con tutti i popoli, con i bambini, le donne e gli anziani che soffrono e sono vittime di abusi sessuali e lavorativi, per questo in occasione dell’ 8 marzo, Festa internazionale della donna, le comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai), il Movimento internazionale, transculturale e interprofessionale “Uniti per… »

19.02.2018

Museo Egizio: a Torino,  Co-mai e “Uniti per Unire” manifestano in sostegno al Direttore Christian Greco

Museo Egizio: a Torino,  Co-mai e “Uniti per Unire” manifestano in sostegno al Direttore Christian Greco

A Torino, decine di bambini egiziani sabato 17 febbraio hanno cantato l’inno di Mameli e ripetuto a gran voce lo slogan “Egitto e Italia sempre uniti” davanti al Museo Egizio, a un presidio organizzato dalla comunità araba. Con le loro insegnanti, e insieme anche ad associazioni italiane, hanno manifestato in… »

10.02.2018

Co-mai e AMSI replicano a Salvini: “No agli attacchi indiscriminati all’ Islam e alle strumentalizzazioni politiche dell’ immigrazione”

Co-mai e AMSI replicano a Salvini: “No agli attacchi indiscriminati all’ Islam e alle strumentalizzazioni politiche dell’ immigrazione”

“Con un manifesto Co-mai siamo stati i primi a dire ‘no’ alle moschee e imam fai-da-te, ‘sì’ alla preghiera in lingua italiana il venerdì e alla collaborazione del mondo islamico con le istituzioni italiane per un patto duraturo. Non servono sterili strumentalizzazioni politiche”. Così Foad Aodi, presidente delle Comunità del… »

26.12.2017

Co-mai e Uniti per Unire ringraziano il Papa e s’ appellano alla comunità internazionale  per la pace in Medioriente e per i diritti dei minori nel mondo

Co-mai e Uniti per Unire ringraziano il Papa e s’ appellano alla comunità internazionale  per la pace in Medioriente e per i diritti dei minori nel mondo

 “Grazie a Papa Francesco per il sostegno alla soluzione dei due Stati in Terrasanta e ai bambini che soffrono nel mondo”, Così le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e il  Movimento “Uniti per Unire”, tramite il presidente, Prof. Foad Aodi,  rispondono con apprezzamento e riconoscenza  a Papa Francesco… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.