Il regista Alessandro Negrini e lo scrittore Angelo Ferracuti hanno scritto la seguente lettera aperta contro le speculazioni politiche della Lega Nord sui fatti drammatici di Civitanova Marche, chiamando all’appello tutti gli intellettuali e gli artisti.

La lettera ha raccolto tante adesioni, da Franco Arminio, il filosofo Roberto Mancini, i giornalisti Mario Di Vito e Loris Campetti, tante sezioni dell’ANPI da tutta Italia, associazioni culturali e cittadini delle Marche e non solo.

LETTERA APERTA

A tutti gli intellettuali, associazioni culturali e forze politiche presenti sul territorio della Regione Marche. Agli intellettuali, associazioni, forze politiche che fuori dalle Marche condividono il nostro sdegno.
Il recente omicidio di Alika Ogorchukwu ha rappresentato per tanti, dentro e fuori le Marche, un momento di tale sgomento, un punto di non ritorno da imporre riflessioni lungamente dovute, che travalicano i confini regionali, e la messa in discussione di un terreno lungamente alimentato e reso fertile da una società che ci vuole soli e tutti contro tutti ( ma mai, mai contro chi genera le disuguaglianze che questo terreno lo fecondano).
In questo terreno avvelenato di paura si è immediatamente inserita, 24 ore dopo l’omicidio di Alika, la Lega Marche: tramite la dichiarazione del suo commissario Riccardo Augusto Marchetti, ha diramato un ampio commento che riteniamo vergognosamente lesivo non solo della vittima e dei suoi familiari, ma di tutti i cittadini che si ritrovano a condividere con disorientamento questo dolore collettivo.
Nella dichiarazione si legge: “Vergognoso che succedano cose simili in pieno centro, Salvini è stato l’unico ministro dell’Interno a garantire la sicurezza del Paese azzerando gli sbarchi e investendo ingenti risorse per aumentare l’organico delle Forze dell’Ordine”. Quale sia il collegamento tra “gli sbarchi azzerati” e la morte a bastonate e strangolamento di Alika Ogorchukwu per mano di un italiano in pieno giorno, davanti a persone che riprendevano con il cellulare senza intervenire, si fa fatica a capirlo.
La Lega Marche prosegue “Mentre la sinistra e la stampa asservita al Pd si affannano a combattere un nemico inesistente come il fascismo, la Lega vuole lavorare con serietà e concretezza per garantire sicurezza agli italiani – ha proseguito ancora Marchetti – non appena torneremo al governo, stavolta insieme al centrodestra unito, metteremo subito in campo misure in grado di tutelare i cittadini e la loro incolumità”. E ha concluso: “La sicurezza è da sempre una delle nostre priorità, non permetteremo che gli italiani continuino a vivere nella paura”. Anche se in questo caso gli italiani tutto sembravano tranne che impauriti, mentre un altro italiano uccideva un uomo a bastonate.
Come artisti, intellettuali ed operatori del settore culturale che vivono o hanno operato nella Marche, insieme a chi ovunque in Italia sente di non poter rimanere inerte, riteniamo ineludibile manifestare sdegno nei confronti di questa dichiarazione. Per questa ragione chiediamo inoltre alla Presidenza della Regione Marche e al sindaco di Civitanova Marche una immediata condanna non solo di ogni forma di razzismo ma della bieca strumentalizzazione politica da parte della Lega Marche di questo tragico evento.
Che almeno al cittadino marchigiano Alika venga evitata la rimozione sociale della sua morte, il colpo di spugna che sfuma i contorni e confonde i piani, esito al quale, inevitabilmente, qualsiasi strumentalizzazione politica conduce.
Alessandro Negrini, regista
Angelo Ferracuti, scrittore
Loredana Lipperini, giornalista
Franco Arminio, poeta e scrittore
Roberto Mancini, filosofo e docente universitario
Peppino Buondonno, responsabile nazionale scuola di Sinistra italiana
Mario Di Vito, giornalista
Loris Campetti, giornalista
Il movimento politico regionale Dipende da Noi
Antonio Domenico Trivilino, Presidente Associazione italiani in Norvegia
Stefano Matteo Valenti scrittore
Giulia Baldelli, scrittrice
Leonardo Giacomini, Presidente ANPI Senigallia
Antonello Murgia, Presidente ANPI Cagliari e Provincia
Stefania Olivi, Direttivo ANPI Senigallia
ANPI Provincia di Nuoro
Gaia Perini, docente universitaria
Silvia Tarquini, editore
Lucio Matricardi, cantautore
Francesco Mancini, Diritti al Futuro Senigallia
Raffaela Mulato, presidente Moving School 21 onlus
Paola Petrucci, Consigliera di Parità di Ascoli Piceno
Stefano Tosoni, attore
Valentina Ripa, Ricercatrice universitaria
Marco Benedettelli, giornalista
Marco Belli, Direttore artistico Elba Festival, Massimo Gezzi, scrittore
Massimo Raffaeli, critico letterario
Letizia Lodi, storico e critico d’arte Mic
Tonia La Manna, insegnante
Maria Demurtas, medico
Francisco Soriano, insegnante – scrittore
Fiore Mante, Presidente associazione culturale
Arte in “Terra”
Taurisano LE
Giovanni Rinaldi, scrittore
Giorgio Sebastianelli, attore
Fiammetta Quintabà, psicologa
Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli
Ileana Bonadies, giornalista e operatrice cultutale
Alberto Nicolai, autore e divulgatore
Aurora Del Monco, scrittrice e ricercatrice storica
Jessica Cugini, giornalista
Laura Ghiara, psicoterapeuta
Eros Giardini, organizzatore eventi musicali
Olimpia Gobbi
Presidente Luoghi Comuni Odv
Letizia Murri, avvocato
Marilena Imbrescia, fotografa
Laura Luciani, ricercatrice universitaria
Isabella Paolino, medico
Chiara Bellabarba, docente
Letizia Marziali, insegnante,
Federica Sargolini, insegnante
Alessandra Grizi, insegnante
Luciana Teti, insegnante
Fabiano D’Angelo, attore
Bruno Santoro, insegnante
Gianfrancesco Matrimoni, attore
Fiorella Marcheselli, biologa
Elisabetta Giorgini insegnante Feldenkrais
Daniela Cimini, artigiana, volontaria associazione missionaria Aloe odv
Edmea Mariotti, pensionata volontaria Lega SPI CGIL Genova
Valentina Di Stefano, architetto
Cordelia Polo, insegnante
Gisella Trincas, presidente U.N.A.Sa.M
Stefania Minciullo, operatrice culturale
Renata Morresi, ricercatrice universitaria
Emanuela Tarsi, restauratrice
Gloria Mancini, fotografa
Valeria Mutschlechner, disegnatrice
Francesca Spurio, attrice
Marco Scalia, illustratore e vignettista
Filomena Grossi, psicologa
Nadia Ferrari, operatrice dello spettacolo
Lia Cacciottoli, consulente
Gionni Di Clemente, musicista
Francesca Palmeri, docente
Lucia Frontoni, insegnante
Elisabetta Di Biagio, docente in pensione
Silvana Saienni, docente in pensione
Paola Gelosi, insegnante
Chiara Moretti, educatrice professionale
Massimo Favi, pensionato
Sabina Carletti, infermiera
Erika Iolo, infermiera
Mario Capponi
Grazia Savina Palmieri
Lara Gregori
Roberto Cognigni
Alberto Nava
Anna Marzola, pensionata
Lucia Albanesi
Carmen Collina
Alice Anastasia Moriconi
Martina Ferraro
Rosa Anna Tucci
Claudia Pandolfi
Rita Gorgoni
Anna Elisa Asiani, pensionata
Maurizio Allevi
Maristella Di Nardo
Beatrice Lenci
Patrizia David
Mauro Cimini, pensionato
Massimo Favi, pensionato
Stefania Domesi, educatrice
Luana Quattrini
Graziella Bernardinello, pensionata
Tarcisio Tarquini
Rita Andreanelli
Edoardo Ripani
Alessandra del Gatto
Carlo Strappa
Antonella Ortolani
Adrian Bravi
Giuseppe Prosperi
Vincenzo Maria Oreggia
Paolo Marzoni
Isabella Bordoni
Maria Stella Marcheselli
Gelsomina Viscione
Luisa Porrazzo
Giuseppina Porrazzo
Stefano Vecchietti
Marisa Toscano
Grazia Rocchetta, pensionata
Paola Leoncini, pensionata
Monia Lattanzi
Mario Giandomenico
Marco Medaglia Ridolfi, geometra magazziniere
Rita Bellomari
Mariantonia Stefanino
Azzurra Cini
Giovanni Murri
Maria Letizia Trafeli
Cristina Bani
Anselmo Borraccetti
Daniela Milili
Maria Antonietta Giusti
Valentina Recchia Insegnante
Paolo Magnini, medico
Marzia Milazzo, libraia
Adele De Bernochi
Francesca Ciccarelli
Viragh Csilla
Monica Santinon
Anna Pierri
Franco Del Sole
Irene Martinengo
Valentina Bonafoni
Bruna Mogliani
Fulvio Senigalliiesi
Danilo Antolini
Marco Giunti

Alessandro Negrini – Film Director / Screenwriter
www.alessandronegrini.com