Rubrica settimanale su eventi e fatti in Sicilia -a cura RedPA-

 

Verso l’#UnionePopolare a Messina. Contro la guerra, le armi, Draghi ed il draghismo. Per la pace, i diritti sociali e del lavoro, l’ambiente, l’eguaglianza sociale e civile

Assemblea pubblica, oggi ore 18 – Town House Messina Paradiso –

Indiciamo quest’assemblea per fare il primo passo verso l’unico percorso che può dare riscatto e rappresentatività al nostro territorio e al nostro blocco sociale.

Vorrebbero impedirci di partecipare al voto con un vero e proprio attacco alle regole democratiche: costringere solo noi, che siamo opposti al governo e alla guerra, a raccogliere migliaia di firme in piena estate, mentre altri con un mero cavillo ne sono esentati solo perché hanno sostenuto il governo.

Ricordiamo che il percorso dell’Unione Popolare è nato dalla grande convergenza di forze sociali, sindacali di base ed autorganizzate, ambientaliste, politiche tra cui DEMA, ManifestA, Potere al Popolo e Rifondazione Comunista. Un percorso di democrazia e partecipazione che ora la casta di palazzo vorrebbe escludere dal voto. Unione Popolare fa appello a tutte e tutti coloro che hanno a cuore la democrazia di dire la loro contro questo sopruso.

Chiede al Presidente della Repubblica di esercitare il suo ruolo di garante della Costituzione per permettere una vera partecipazione democratica al voto.
In ogni caso noi ci saremo comunque. Raccoglieremo le firme anche nelle condizioni proibitive che ci sono imposte e dimostreremo che le donne e gli uomini di questo paese hanno a cuore la democrazia, la pace, la difesa dei diritti, molto più di chi li ha rappresentati nel governo.

Chiediamo a tutte e a tutti di sostenere diritto di Unione Popolare a partecipare alle elezioni. La Messina Popolare vuole e deve fare parte di questo percorso, realmente unitario, dove non solo i partiti ma tutte le parti sociali escluse dalla politica possono trovare uno spazio.

comunicato

Palermo, domani (ore 16) i Nastrini in Prefettura: “mobilitazione per cambiare e dare un segnale alle istituzioni da troppo tempo sorde ai bisogni della gente”

I Nastrini saranno in Prefettura in presidio nonostante il caldo torrido perché passano i giorni ma le condizioni delle persone non cambiano. Le ragioni della vertenza:

– questione cantieri di servizio in quanto è tutto fermo da diverso tempo, ci sono persone che sono state chiamate per effettuare le visite mediche, persone a cui hanno aumentato il monte ore ma diminuito l’importo mensile, persone che sono state escluse. Per 3 mesi di lavoro sottopagato stanno facendo passare mesi, nella speranza forse che la gente si arrende.

– manutenzione ordinaria, viviamo in una città sempre piu sporca, dove oltre spazzatura e fogne a cielo aperto non c’è altro, zero spazi di socialità aperti alla città. A Palermo non servono interventi straordinari, serve l’ordinaria manutenzione, curare la città, rispettare i cittadini e permettere loro di vivere in una città più dignitosa.

– questione reddito di cittadinanza: negli ultimi giorni la platea degli aventi diritto è calata ulteriormente, la decisione è stata quella di escludere tutti coloro che hanno precedenti penali e questo crediamo sia davvero meschino, come se queste persone non meritassero di vivere come tutti gli altri. Molte di queste persone magari si sono ritrovate in passato a dover “delinquere” per povertà e quest’ultimo “lampo di genio” non fa altro che incitare la gente a ricommettere lo stesso reato.

comunicato

 

 

FUORI LA GUERRA DALLA STORIA – Parole pensieri corpi per la Pace – comunicato

L’estate non ferma la guerra e neanche il presidio per la pace che come ogni giovedì torna in piazza Vittorio Veneto il 4 agosto dalle 18 alle 20. Manteniamo viva l’attenzione sul conflitto in Ucraina, con il suo bilancio già insostenibile in termini di vite umane e distruzioni, in un momento in cui si avvia a diventare di lunga durata e rischia di uscire dalla luce dei riflettori che finora lo hanno illuminato, seppure con un discorso mediatico distorto che ha imposto una visione unidimensionale del conflitto, propagandando l’invio delle armi come unica risposta possibile e accusando di essere a favore di Putin chiunque provi a proporre una riflessione critica.

Continuiamo dunque a dire:

che la militarizzazione non ferma le guerre;

che la solidarietà militarizzata con l’Ucraina è una terribile contraddizione che porta solo morte e distruzione;

che la guerra e la distruzione non sono inevitabili;

che occorre riaffermare la cultura della diplomazia e del confronto come unica via per porre fine alla guerra in Ucraina e ad ogni altra guerra nel pianeta.

UDIPALERMO – Le Rose Bianche – Donne CGIL Palermo – Coordinamento Donne ANPI – Emily – Donne Caffè filosofico Bonetti – Fidapa sez. Palermo Felicissima – Il femminile è politico – #governodilei – Donne no Muos no war – CIF – Le Onde

 

 

Dichiarazione del Comitato 12Luglio sull’emergenza abitativa a Palermo: A giorni incontro con la nuova amministrazione cittadina

Non ci si deve inventare nulla in termini di proposte per il superamento dell’emergenza abitativa a Palermo, le soluzioni ci sono, bisogna verificare quale sarà l’intendimento dell’amministrazione Lagalla, bisogna verificare se ci sarà reale volontà politica di adoperare scelte che facciano veramente gli interessi dei più disagiati ma, soprattutto, è estremamente necessario che si avvii una programmazione seria per la realizzazione di soluzioni a breve, media e lunga scadenza.

Ne discuteremo nei prossimi giorni in un incontro che si svolgerà alla presenza delle Assessore Pennino e Tirrito.

Comitato di lotta per la Casa 12 Luglio Palermo

 

Campeggio di lotta No Muos – Riserva naturale orientata Sughereta di Niscemi – 5\6\7 Agosto

PROGRAMMA:

Venerdì 5 agosto

ore 10 / “Dal conflitto ucraino a tutte le guerre che ci coinvolgono: un quadro politico internazionale”

ore 16 / “La presenza delle basi militari in Sicilia e il ricatto difesa – salute” con il Network di Ecologia Politica

ore 21 / Mostra e comizio nel centro storico di Niscemi

Sabato 6 agosto

ore 10 / tavoli di lavoro paralleli:
• Formazione e guerra
• Donne e guerra

ore 16 / presentazione del dossier “Processiamo il sionismo” con il Centro di documentazione antimperialista “Olga Benario” di Milano

ore 22 / Serata musicale – dj set

Domenica 7 agosto

ore 10 / Assemblea del Movimento No Muos

ore 16 / Manifestazione No Muos intorno alla base militare

info

 

la rubrica è soggetta ad aggiornamenti: per segnalazioni, contributi, comunicati stampa scrivere a pressenza.redazionepalermo@gmail.com