Convegno nazionale a Bologna, venerdì 6 maggio, in occasione del ventennale della associazione di volontariato Diritti senza Barriere con la collaborazione di Medicina Democratic.

Si parlerà dei diritti delle “persone fragili”, troppo spesso calpestati e abusati al convegno-dibattito “Formazione e partecipazione in sanità”, che si terrà a Bologna, venerdì 6 maggio dalle 14 alle 19 presso la Cappella Farnese del Palazzo Comunale, in Piazza Maggiore. L’evento, a carattere nazionale, è promosso dalla associazione di volontariato bolognese Diritti senza Barriere, in occasione del suo ventennale 2001-2021, in collaborazione con Medicina Democratica.

Diritti senza Barriere, da sempre impegnata per la tutela e promozione dei diritti delle persone fragili in ambito sanitario e assistenziale- ha detto Bruna Bellotti, presidente dell’associazione -è una piccola realtà di volontariato puro che fin dalla nascita, si batte per superare le discrepanze fra i diritti sanciti dalle leggi e la loro applicazione. Questo è causa di difficoltà enormi con le quali si scontrano quotidianamente le persone fragili e chi se ne prende cura. Con questa iniziativa intendiamo accendere i riflettori su una realtà drammatica, ma troppo spesso ignorata. L’obiettivo è suscitare una riflessione pubblica che coinvolga cittadini e istituzioni sulla condizione delle persone fragili, con particolare riferimento a coloro che vivono una condizione patologica grave legata alla salute mentale e alla popolazione anziana”.

Il convegno, che si svolge con un anno di ritardo a causa della pandemia, si avvale del patrocinio del Comune di Bologna e dell’Ordine dei Medici della provincia di Bologna e vedrà la partecipazione di specialisti, medici, avvocati, giuristi e di rappresentanti di associazioni di volontariato provenienti da varie parti d’Italia. Quali strumenti adottare per proteggere i diritti delle persone fragili e non autosufficienti, applicando correttamente i mezzi di tutela previsti dalla legge, e quali dovrebbero essere in concreto le caratteristiche dei tutori e amministratori di sostegno? Sono questi alcuni dei quesiti al centro del convegno, che intende affrontare da un punto di vista scientifico e giuridico, oltre che umano e sociale, i problemi delle persone con limitazioni della capacità di intendere e volere e/o di autonomia nell’espletamento delle funzioni della vita quotidiana e dei loro familiari, spesso “estromessi” dalle decisioni di chi dovrebbe tutelare i loro congiunti. Un vero e proprio grido di dolore e di allarme su un mondo di sofferenze “invisibili” e per certi versi scomode, che non cattura le prime pagine, se non quando si tratta di personalità “famose”.

I lavori saranno aperti da Bruna Bellotti, presidente dell’associazione Diritti senza Barriere e di Antonio Muscolino di Medicina Democratica, seguiranno i saluti di Luigi Bagnoli Presidente dell’Ordine Provinciale dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna e le relazioni di Salvatore Lumia, Dirigente Medico – Chirurgia Generale e Chirurgia Toracica – Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna; Ester Pasetti, medica psichiatra – Responsabile SPDC di Piacenza; Francesca Firrao Giudice Tutelare IX sez. civile Tribunale di Torino; Chiara Colombini Avvocata del Foro di Modena; Francesco Trebeschi Avvocato del Foro di Brescia; José Mannu Medico psichiatra, già dipendente ASL Roma 2; Paolo Fierro Medico Ospedaliero, già dipendente ASL Napoli 1. Seguiranno quindi gli interventi da remoto delle associazioni: U.N.A.SA.M; Diritti alla Follia; Lorenzo Galloni, avvocato Giuristi Democratici; AITSaM distretto Asolo (TV); Tutori Volontari (TO); La cordata – Tutori Volontari – Brà (CN); DIAPSI (TO); ADINA (FI), Sanità oggi Ferrara; L’avvocato Gioacchino Di Palma rappresentate dell’associazione Telefono Viola interverrà in presenza. L’intervento di uno dei membri del collegio del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale è previsto da remoto. Sono state invitate tutte le rappresentanze istituzionali della municipalità e della città metropolitana. Ha assicurato la partecipazione Roberta Toschi | Presidente della Commissione Consiliare Salute, Welfare, Politiche per le famiglie, la comunità e delle fragilità del Comune di Bologna.

È possibile seguire il convegno in streaming sul sito www.medicinademocratica.org o sulla pagina Facebook di Medicina Democratica | facebook.com/MedicinaDemocratica