Tra loro anche 134 minori non accompagnati. Ad attendere la nave di Medici senza Frontiere al molo il sindaco Leoluca Orlando.

La nave Geo Barents di Medici senza frontiere, con 367 migranti a bordo salvati nei giorni scorsi, ha attraccato nella tarda serata di ieri al Molo Quattro Venti del porto di Palermo: a bordo anche 134 minori non accompagnati. Tutti negativi i tamponi effettuati. Dopo controlli contro il Covid per lo sbarco i minori, sotto il coordinamento, della prefettura di Palermo, sono stati trasferiti in diverse strutture di accoglienza in Sicilia e in altre regioni. Gli altri migranti si trovano ora a bordo della nave Gnv Allegra per il necessario periodo di quarantena.

Ad attendere la nave al molo ieri c’era anche il sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando. L’equipaggio della nave di Medici senza Frontiere, a cui Orlando ha conferito la cittadinanza onoraria, ha ringraziato il sindaco di Palermo per il benvenuto. “Welcome home, this is your city”, ha risposto Orlando.

“Palermo torna ad accogliere – aveva affermato Orlando poco prima -. Un modo per superare gli egoismi degli stati e le meschinerie politiche che speculano sulla vita dei disperati”.

Il sindaco di Palermo ha poi rilanciato la necessità di istituire il Recs (Rescue european civil service), il servizio civile di salvataggio in mare che aveva già proposto il 9 maggio ai vertici dell’Unione Europea.

 

L’articolo originale può essere letto qui