Pesaro – È stato proiettato in piazza, alla Mostra del nuovo cinema, il film che ha vinto la seconda edizione di “Una storia per Emergency”, che da quest’anno è anche Charity Partner della rassegna. S’intitola “Capitan Didier”.

Roberta Palmieri, la giovane sceneggiatrice, si è aggiudicata un premio di 500 euro e il film è stato prodotto da GROENLANDIA, una casa nata dall’incontro dei registi Matteo Rovere e Sidney Sibilia, con la collaborazione di EMERGENCY. Il concorso “Una storia per EMERGENCY” è realizzato insieme a RAI CINEMA. Il bando per sceneggiature di cortometraggi sui temi della pace, dell’accoglienza e della solidarietà, è dedicato a ragazze e ragazzi tra i 16 e i 25 anni. Dal palco è arrivato altresì l’invito, a chi avesse una proposta nel cassetto, ad inviarla entro il 30 giugno.

Capitan Didier racconta di un bambino di forse sette anni di origine subsahariana che ha il sogno di costruire una barca fatta con i cartoni della pizza che suo padre distribuisce ai clienti come rider. Ogni sera il papà ne porta uno, con dentro una pizza che poi mangiano insieme. Didier sogna di partire ma una notte, durante le ore di servizio del padre, una tempesta d’acqua distrugge la barca …

Questa la motivazione della giuria che ha scelto il lavoro di Roberta Palmieri: “Per la capacità di raccontare con un linguaggio cinematografico forte ed evocativo un aspetto intimo del rapporto tra popoli diversi. Utilizzando un preciso simbolismo, la sceneggiatura di Capitan Didier non risparmia riferimenti chiari ai rischi che corre chi va in cerca di un destino migliore, facendo riecheggiare una realtà concreta e al tempo stesso fiabesca con la capacità del piccolo Didier di catapultarsi nel mondo che sogna. La sceneggiatura sottolinea inoltre la potenza senza tempo del rapporto tra padri e figli, facendo sì che il messaggio di solidarietà risulti ancora più caldo”.

La giuria era composta da Jasmine Trinca (attrice), Laura Delli Colli (Sngci, Festa del Cinema di Roma), Carlo Brancaleoni (Rai Cinema), Costanza Quatriglio (regista), Matteo Rovere (Groenlandia), Alessandra De Luca (giornalista, Avvenire) e Michela Greco (EMERGENCY).