Niger, libertà provvisoria dopo sei mesi per tre attivisti

30.09.2020 - Riccardo Noury - Amnesty International

Niger, libertà provvisoria dopo sei mesi per tre attivisti

Il 29 settembre l’Alta corte di Niamey ha disposto la libertà provvisoria per tre attivisti nigerini che erano stati arrestati a marzo solo per aver preso parte a proteste pacifiche.

Maikoul Zodi, coordinatore nazionale del movimento “Voltiamo pagina”, è stato rilasciato poco dopo la sentenza. Il giorno dopo sono stati scarcerati anche Moudi Mussa, coordinatore del movimento nella capitale Niamey, e Mounkhaila Halidou, segretario generale del Sindacato nazionale degli insegnanti.

A seguito della partecipazione alle proteste, represse dalle forze di sicurezza con l’uccisione di tre manifestanti, i tre attivisti erano stati accusati di omicidio colposo, danneggiamento di proprietà pubbliche e incendio.

Amnesty International ha sollecitato le autorità del Niger a lasciar cadere queste accuse, fabbricate solo per ridurre al silenzio tre esponenti della società civile locale.

Categorie: Africa, Comunicati Stampa, Diritti Umani
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.