Foad Aodi: “Urge una riunione della Lega Araba per fermare i tentativi di liquidare la questione palestinese”.
Cosi la Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e L’Unione Internazionale arabi 48 (U.I.Arabi 48) scendono subito in campo a ribadire che solo i palestinesi possono trattare per l’interesse della Palestina e non è consentito a nessuno utilizzare la questione palestinese per interessi personali o elettorali o per coperture per far credere all’opinione pubblica mondiale che l’accordo siglato dagli Emirati Arabi con Israele ha lo scopo di fermare l’annessione dei territori palestinesi da parte di Israele. Ma la realtà è un’altra visto che l’annessione per il momento è sospesa e si sa quali paesi hanno sostenuto dal primo minuto il piano dell’annessione dei territori palestinesi.
Cosi Dichiara Foad Aodi Fondatore Co-mai e U.I Arabi 48 che lancia il suo appello al mondo arabo e alla Lega Araba di non lasciare i palestinesi e la Palestina da soli È un precedente molto pericoloso e l’inizio della fine dell’unione dei paesi arabi che era già in grande difficoltà con l’inizio della primavera araba.
Ufficio Stampa Co-mai

www.co-mai.org