La solidarietà non è un reato: definitivamente assolta l’attivista francese Martine Landry

08.07.2020 - Riccardo Noury

La solidarietà non è un reato: definitivamente assolta l’attivista francese Martine Landry

Dopo tre anni passati tra i tribunali francesi, l’attivista 76enne Martine Landry è stata finalmente e definitivamente assolta dal reato di favoreggiamento dell’immigrazione illegale.

La sua vicenda giudiziaria era iniziata nel luglio del 2017, quando aveva accompagnato due ragazzi guineani di 15 anni alla polizia di frontiera affinché venissero presi in carico dai servizi sociali francesi. I due minori erano stati rimandati a piedi in Francia dalla polizia italiani che li aveva intercettati al confine.

Dopo l’assoluzione da parte della Corte di Nizza, il procuratore generale di Aix-en-Provence aveva presentato ricorso contro questa decisione fissando quella che avrebbe dovuto essere l’udienza prevista per oggi, 8 luglio.

Ma ieri, a sorpresa, l’accusa ha fatto marcia indietro. Una vittoria per Martine e per il principio che la solidarietà non è un reato.

 

Categorie: Europa, Migranti
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.