Here2Play: il ripopolamento e l’inclusione sociale passano anche dalla ripresa del gioco e delle attività sportive

30.04.2020 - Camini (RC) - Redazione Italia

Here2Play: il ripopolamento e l’inclusione sociale passano anche dalla ripresa del gioco e delle attività sportive
(Foto di Nicoletta Incerti)

I giovani di “YOUngi Camini” gestiranno un progetto europeo di solidarietà locale finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG) e finalizzato a favorire lo sviluppo e l’inclusione sociale attraverso lo sport.

Negli ultimi mesi il gruppo informale di giovani “YOUngi Camini”, la prima realtà di questo tipo attiva in aree rurali soggette a forte spopolamento nella Locride, è stato operativo anche durante la quarantena per programmare nuove progettualità da avviare nel prossimo futuro. Sin dalla sua costituzione risalente alla scorsa estate e avvenuta nel contesto delle attività di partecipazione giovanile e di mobilità internazionale realizzate nel piccolo come di Camini, in provincia di Reggio Calabria, ha iniziato a elaborare proposte per la collettività e per un futuro interconnesso a livello regionale, nazionale ed europeo.

In tale cornice era stato presentato un progetto di solidarietà locale in occasione del bando in scadenza lo scorso mese di febbraio nell’ambito del nuovo programma europeo “ Corpo Europeo di Solidarietà ” che risulta ora ammesso nella graduatoria di quelli meritevoli di finanziamento in tutta Italia insieme ad altri due progetti presentati da associazioni o gruppi informali con sede in Calabria.

Il progetto in questione si chiama “ YOUngi Sport – Play Safe, Play Fair, Play Here ”, abbreviato con l’acronimo e hashtag #Here2Play , e prevede la possibilità di realizzare diverse attività di inclusione sociale attraverso lo sport promovendo i valori della diversità, dell’antirazzismo, della sana competizione, della coesione e della solidarietà a partire dalle piccole comunità. L’inizio ufficiale è previsto per il giorno venerdì 1° maggio 2020 , ma i giovani protagonisti sono già al lavoro per mettere a punto i preparativi e per ridefinire la fattibilità di ciascuna azione alla luce dell’emergenza sanitaria in corso.

La partecipazione giovanile, il rilancio dei territori più isolati in chiave europea e internazionale, la costruzione di percorsi di cittadinanza attiva e solidarietà sui temi dell’ambiente, dell’inclusione sociale, del patrimonio culturale e lo sviluppo di percorsi di creatività e innovazione sono alla base di questo tipo di progettualità finalizzata alla promozione dello sviluppo locale grazie allo spirito di iniziativa e al rafforzamento delle comunità giovanili che può essere finanziato e valorizzato in maniera diretta a titolo di incentivo per la crescita del gruppo e della collettività in seno alla quale questo opera.

Il Gruppo Informale di Giovani , a livello europeo identificato nella formula “Informal Groups of Young People”, è oggi un’entità eleggibile nell’ambito dei due programmi europei principalmente dedicati alla popolazione giovanile ovvero: Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà. Così riuniti, i giovani possono aumentare la loro autostima, autonomia e motivazione per imparare e interagire con i diversi livelli delle società contemporanee acquisendo sicurezza e consapevolezza, oltre che capacità gestionali preziose per qualsiasi esperienza professionale e associativa successiva.

La formula dei “Gruppi Informali di Giovani” riconosciuti sul piano amministrativo dalla Commissione europea con il nome “Informal Groups of Young People” nell’ambito di alcune azioni specifiche dei programmi europei “ Erasmus+ ” e “ Corpo europeo di Solidarietà ” ed equiparati nella legislazione regionale anche in alcuni contesti italiani costituisce un importante volano per lo sviluppo delle capacità imprenditoriali nelle fasi della vita più dinamiche, per il rafforzamento delle capacità personali e professionali e parallelamente dello stesso tessuto associativo, esigenze determinanti proprio nelle aree fragili di tutto il territorio dell’Unione europea. Il prossimo 9 maggio il Gruppo Informale di Giovani “YOUngi Camini” è stato invitato dal Centro Europe Direct del Comune di Reggio Calabria a presentare la propria esperienza e il programma del progetto vinto in occasione della “Festa dell’Europa 2020: distanti ma uniti” organizzata per quest’anno in modalità interamente telematica a causa della pandemia globale.

Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul progetto è possibile scrivere all’indirizzo: youngicamini@gmail.com

Categorie: Comunicati Stampa, Europa, Giovani
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.