Presentato “Villetta con ospiti”, noir psicologico e di denuncia sui rischi della cosiddetta “legittima difesa”

22.01.2020 - Bruna Alasia - Articolo 21

Presentato “Villetta con ospiti”, noir psicologico e di denuncia sui rischi della cosiddetta “legittima difesa”
(Foto di Articolo 21)

“Villetta con ospiti” di Ivano di Matteo, film in uscita il 30 gennaio, è un noir psicologico e insieme denuncia sociale.  Pur senza accuse e giudizi politici, il film affronta il tema della cosiddetta “legittima difesa” e il rischio che essa possa diventare offesa, quando scappatoie e giustificazioni favoriscono la violenza bruta che è in ciascuno: quella violenza autorizzata per legge, ultimamente con modifiche salviniane, nate dalla paura, dall’eccesso di autoconservazione e vendetta. Inframmezzato da flash che raccontano di animali e cacciatori, “Villetta con ospiti” mostra come il nostro bestiale istinto di sopravvivenza sia capace, in una situazione senza saldi valori, di calpestare l’etica, la fede religiosa e le relazioni affettive.

Tutti molto bravi gli attori che interpretano credibilmente una vicenda corale. Tra loro Cristina Flutur, Palma d’oro a Cannes per “Oltre le colline” di Cristian Mungiu. Ivano di Matteo, che ha diretto con plausibilità e fluidità la storia, ha spiegato in conferenza stampa che sebbene i suoi intenti non fossero “strettamente politici”, ogni regista affrontando i temi del sociale fa politica e, riguardo alla questione della difesa personale, voleva soprattutto rendere evidente l’ombra segreta e incontrollabile che può scatenarsi in ciascuno: “Io per primo – ha affermato – preferisco non avere nessuna arma in casa”.

La storia è di una ricca famiglia del nord-est italiano e del loro microcosmo sociale. Il marito ha un’amante di colore ma è geloso della figlia cui piace un ragazzo rumeno; la moglie depressa si rifugia nelle feste di beneficenza parrocchiali, ma è delusa dal prete che ha rapporti amorosi. La figlia contesta i genitori. Dietro l’apparente ipocrisia, la loro ombra interna è orrenda. L’egoismo, caratteristica anche del prete e del poliziotto, domina l’ambiente e, per caso, si riversa su una famiglia d’immigrati quando una notte qualcuno spara in preda a quel “grave turbamento” che alcuni invocano a scusante della propria impulsività. Allora la vera natura dei personaggi emerge in tutta la sua evidenza, mentre si trovano per istinto impegnati a salvarsi, speculando sulle regole di una legge più permissiva nei confronti della violenza privata a scopo di difesa.

  • Regia: Ivano De Matteo
  • Cast: Marco Giallini, Michela Cescon, Massimiliano Gallo, Erika Blanc, Cristina Flutur, Vinicio Marchioni, Bebo Storti, Monica Billiani, Tiberiu Dobrica
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 88 minuti
  • Produzione: Italia, 2020
  • Distribuzione: Academy Two
  • Data di uscita: 30 gennaio 2020

 

Categorie: Cultura e Media, Europa, Opinioni
Tags:

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.