Migranti, sindaco di Lampedusa. “Hotspot sovraffollato, Salvini non autorizza trasferimento in Spagna”

24.08.2019 - Agenzia DIRE

Migranti, sindaco di Lampedusa. “Hotspot sovraffollato, Salvini non autorizza trasferimento in Spagna”
(Foto di agenzia Dire)

L’attacco del sindaco di Lampedusa: “Chi prima voleva impedirne lo sbarco, ora non autorizza il loro trasferimento”.

“Quello che sta accadendo a Lampedusa è paradossale. Prima hanno tenuto i migranti a bordo della Open Arms per quasi venti giorni davanti alla nostra costa, e c’era chi non avrebbe mai voluto farli sbarcare. Ora quei migranti sono tutti sull’isola, con il Centro di accoglienza sovraccarico. Nel frattempo è arrivata una nave della Marina Militare spagnola che è ferma davanti al nostro porto: sono pronti a trasferire una parte dei migranti in Spagna, ma chi prima voleva impedirne lo sbarco, ora non autorizza il loro trasferimento”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello.

“Il centro può ospitare 92 persone, e i migranti una volta arrivati dovrebbero sostare 48, massimo 72 ore per poi essere trasferiti in strutture adeguate- aggiunge Martello- Tutte le persone che erano a bordo della Open Arms sono ancora qui, insieme con loro ci sono altri migranti arrivati in questi giorni. Gli ospiti del Centro sono al momento più di 200. Resta da capire se alla base si questa situazione ci sia solo un difetto di comunicazione, o una precisa volontà di creare tensione sulla nostra isola”.

 

Categorie: Europa, Migranti
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 13.11.19

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.