Il 7 novembre dalle 18 alle 20 nell’Auditorium della Casa del Reloj del Centro Culturale del Matadero di Madrid si lancerà la Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, la cui partenza è prevista da Madrid il 2 ottobre del 2019, dove ritornerà, dopo aver fatto il giro del mondo, l’8 marzo del 2020.

Questo accadrà 10 anni dopo la 1ªMM che ha percorso 97 paesi in 5 continenti. Partirà verso il sud della Spagna passando per l’Africa, l’America, l’Oceania, l’Asia e l’Europa e toccando circa 100 paesi.

Durante l’evento di lancio si svolgeranno, con lo scopo di illustrare i temi principali della Marcia, le seguenti conferenze:

– Lancio internazionale della campagna “Le Città appoggiano il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN) “. Beatrice Fihn ICAN Nobel per la pace 2017.

– Rifondazione delle Nazioni Unite. Federico Mayor Zaragoza. Fundación Cultura de Paz.

– 100 anni di femminismo pacifista. Carmen Magallón. Presidente WILPF España.

– Funzione degli eserciti nel XXI secolo. Conf. Int. Costa Rica. Julio Rodríguez, ExJEMAD.

– Rete Internazionale di Parlamentari in appoggio al TPAN. Pedro Arrojo, deputato.

– La cultura della nonviolenza: Alberto Amman. Attore

– Municipalismo e Pace. Antonio Zurita. Ciudadanía Global.

– Il TPAN e la Marcia Mondiale. Carlos Umaña. Coordinatore ICAN America Latina

– Mediterraneo Mare di Pace. Tiziana Volta. Mondo senza Guerre

– Processi di pacificazione. David Nassar. Colombia

– Fratellanza infantile. Sabina Colona-Preti e Isabel Bueno. Pequeñas Huellas y C.P: Nuñez de Arenas.

– La parola “nonviolenza”. Montserrat Prieto. MSGySV

– Vie e confluenze della 2MM. Martine Sicard. Coor. Int. MSGySV.

– Equipe Base 2MM. Luis Silva. Consigliere comunale.

– Le marce del Centro e Sud America. Sonia Vegas. Ecuador

– Simboli Umani. Jesús Arguedas y Charo Lominchar. E.P. de Madrid 2ªMM

– La 2ªMarcia Mondiale, un nuovo tentativo. Rafael de la Rubia. Coordinamento 2ªMM

Sono invitate alla manifestazione la Sindaca di Madrid, Manuela Carmena e quella di Barcellona Ada Colau.

Uno degli obiettivi che sta prendendo più forza è l’entrata in vigore del Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari, promosso da 122 paesi alle Nazioni Unite.

Per iscriversi alla conferenza: http://www.ciudadesdepaz.com/