Ancora una volta irruzione in casa di Milagro Sala

05.01.2018 - San Salvador de Jujuy, Argentina - Redacción Argentina

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo

Ancora una volta irruzione in casa di Milagro Sala

A pochi giorni dal vergognoso secondo anniversario della detenzione arbitraria di Milagro Sala e nel bel mezzo delle ferie degli organi giudiziari, è stato aperto un nuovo caso contro la leader del movimento sociale.

Con unìondata di irruzioni e prequisizioni per trovare possibili prove dei crimini denunciati, una nuova intimidazione è in corso contro la leader della Tupac Amaru e la sua famiglia. Riportiamo il comunicato stampa dell’organizzazione:

“Abbiamo iniziato l’anno con un nuovo spettacolo contro Milagro Sala”

Nel mezzo delle ferie degli organi giudiziari, a pochi giorni dall’anniversario dei due anni di detenzione arbitraria di Milagro Sala, inventano una nuova causa contro di lei. Questa volta, ovviamente, riciclaggio di denaro sporco. Inoltre, sono entrati per la quarta volta presso il suo indirizzo in via Gordaliza, nel quartiere di Cuyaya. Per di più, invieranno bulldozer alla città di El Carmen per trovare denaro che, si dice, sarebbe sepolto. “Devono continuare con lo spettacolo di Milagro Sala per coprire quello che succede a Jujuy. Un governo che non dà risposte ai lavoratori, con funzionari perennemente coinvolti in scandali, come l’omicidio dello studente Matías Puca, o il recente incidente che mise in primo piano l’ormai dimissionariodirettore della gioventù, Matías Rivera”, ha detto la Tupac Amaru.

“Che questo caso sia avviato in piena vacanza giudiziaria, con 21 irruzioni simultanee, di cui una per la quarta volta nel domicilio reale di Milagro, a pochi giorni dall’anniversario dei due anni di detenzione arbitraria, dimostra che la magistratura de Jujuy continua a servire il governo provinciale come strumento di persecuzione politica. Dopo l’assoluzione di Milagro nella causa dei bombacha, essi titano fuori, nel mezzo delle vacanze, una denuncia che è stata fatta nel febbraio dello scorso anno, emettono il mandato di perquisizione il 29 dicembre e lo eseguono ora. Si ripete lo stesso che hanno fatto l’anno scorso, quando a gennaio è iniziata una causa legata a eventi di anni precedenti, senza che ci fosse, come in questo caso, alcuna urgenza. Hanno bisogno di mantenere il mito di Milagro ladrona, di una Milagro violenta che non possono sostenere nei procedimenti giudiziari contro di lei”, hanno detto i difensori della leader sociale.

Il nuovo caso è definitocome “riciclaggio di denaro sporco” e gli imputati sono Milagro Sala, Raúl Noro, Guillermo Fiad, Gladis Diaz, Mirta Rosa Guerrero, Marcos Quispe e Tito Fredy. Il giudice è Isidoro Cruz e il procuratore Dario Osinaga, lo stesso che non riuscì a giustificare la sentenza che chiese contro Milagro Sala durante il processo di bombachas, dimostrando che si trattava di un “processo farsa”.

Mentre il governo nazionale continua a violare la risoluzione della Corte Inter-Americana dei diritti umani a favore della leader sociale, che ha ordinato che le fossero concessi gli arresti domiciliari nella sua residenza abituale o misure meno restrittive per i suoi diritti, e mentre il potere giudiziale jujeño continua a non eseguire la sentenza della Corte Suprema di giustizia della Nazione pubblicata nel mese di dicembre, che ha ordinato loro di rispettare pienamente il provvedimento di Corte-Interamericana dei Diritti Umani, attaccano di nuovo Milagro.

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Politica, Sud America
Tags: , , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.