Il 26 settembre è la giornata dell’ONU per il disarmo nucleare e la data non è stata scelta a caso

Alla LOC di Milano, via Mario Pichi 1, parallela del Naviglio Pavese, dalle ore 18.00, celebriamo questa scadenza proiettando spezzoni del docufilm nel quale è protagonista l’ex colonnello sovietico Stanislav Petrov (in lingua inglese con sottotitoli in inglese).

Stiamo parlando dell’uomo, scomparso da poco, che il 26 settembre del 1983 salvò il mondo da una guerra nucleare per errore non avallando – da comandante di una base militare di avvistamento – un falso allarme di attacco nucleare a Mosca registrato da computer “sballati”.

Petrov è morto da poco e noi vogliamo rendere omaggio a questo eroe dimenticato riascoltando dalla sua viva voce i moniti a non affidare la pace ad una tecnologia precaria (e non infallibile ieri come oggi) a sostegno della paura e della sfiducia tra i popoli.

Discuteremo anche delle speranze di fine dell’era atomica che sono state aperte dal nuovo Trattato di proibizione delle armi nucleari adottato da una Conferenza ONU il 7 luglio 2017.

122 Stati hanno votato a favore, ma tra di essi non c’è l’Italia e non ci sono i paesi NATO, che fanno cattiva compagnia alle potenze nucleari.

Di qui la nostra campagna italiana perché anche il nostro paese ratifichi il TPNW adottato il 7 luglio 2017 e che il 20 settembre 2017 al Palazzo di Vetro ha già registrato 50 Stati come firmatari ufficiali.

Per firmare a favore della ratifica italiana del Trattato di proibizione delle armi nucleari:

https://www.petizioni24.com/italiaripensacisulbandodellearminucleari