Lo scrittore e militante politico Daniel Cecchini informa che giovedì 30 marzo alle 19 a La Plata, Argentina, alla Casa Guevarista vi sarà un dibattito su Mauricio Macri pata civil de la dictatura, stampella civile della dittatura. Parteciperanno: Roberto Cipriano Garcia ,Secretario de la Comisión Provincial por la Memoria. Daniel Cecchini, co-autore del libro La CNU y el terrorismo de Estado. Daniel De Santis Militante del PRT – ERP, fondatore della Unión del Pueblo.

Macri ha cancellato il decreto 436/84 di Raúl Alfonsín che stabiliva un controllo civile sulle Forze Armate per favorire la democrazia. Il decreto di Alfonsin definiva che il Presidente della Repubblica fosse il Comandante unico e delle Forze Armate e che ogni decisione su nomine, trasferimenti, ritiri, disciplina dovesse essere esercitato dal Ministero della Difesa. Questo per evitare che un potere militare mettesse in atto azioni contro governi democratici. Cosa che in Argentina è avvenuto dal 1930 al 1976. Alfonsin firmò questo decreto nel gennaio del 1984 con il ritorno in Argentina della democrazia.

Il decreto di Mauricio Macri, 721/2016, restituisce alle Forze Armate quell’autonomia che Raúl Alfonsín le aveva tolto e che in passato aveva permesso golpes, massacri e torture. Le Forze Militari sono divenute di nuovo forze politiche con autonomia; la quota di potere che era stata loro tolta, è stata ora restituita. Una decisione pericolosa.

Le organizzazioni per i diritti umani e le opposizione democratiche criticano questa attitudine di Mauricio Macri. Il dibattito di cui sopra va in questa direzione.