Sospesa la condanna a due anni dello scrittore egiziano Ahmed Nàgi

18.12.2016 - Riccardo Noury

Sospesa la condanna a due anni dello scrittore egiziano Ahmed Nàgi

Sabato 17 dicembre un tribunale del Cairo ha sospeso la condanna a due anni di carcere del 31enne scrittore egiziano Ahmed Nàgi, in carcere dal 20 febbraio per “offesa alla morale pubblica”.

Nàgi è l’autore di “Vita: istruzioni per l’uso”, un racconto fantapolitico illustrato da Ayman al-Zorqani, scritto con un linguaggio crudo e pieno di critiche feroci alla città del Cairo, a chi la abita e a chi la governa. In Italia è stato pubblicato dall’editore Il Sirente, col patrocinio e una prefazione di Amnesty International.

La vicenda giudiziaria di Nagi era nata dalla denuncia di un lettore che si era sentito offeso (con tanto di capogiri e sbalzi di pressione!) da un estratto del capitolo 6, pubblicato nel numero 1097 della rivista Akhbar al-Adab.

A gennaio il processo, nel quale erano intervenuti come testimoni della difesa i noti scrittori Mohamed Salmawy e Sonallah Ibrahim, era terminato con l’assoluzione di Nàgi. La pubblica accusa aveva fatto ricorso e in appello, un mese dopo, lo scrittore era stato condannato a due anni.

Il 1° gennaio ci sarà la decisione definitiva sulla sorte di Nàgi. Speriamo sia favorevole e ripristini il principio, riconosciuto dalla stessa Costituzione egiziana, che scrivere non è un reato.

 

Categorie: Africa, Diritti Umani
Tags: ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.