Musica a Terezin

18.01.2013 - Redazione Italia

Musica a Terezin
(Foto di it.123rf.com)

Venerdì 25 gennaio 2013, ore 18.00, nel Salone degli Affreschi della Società Umanitaria di Milano (ingresso da via San Barnaba 48), si terrà un concerto di musiche composte nel lager di Terezin.

Al pianoforte il Maestro Orazio Sciortino

Presentazione del concerto a cura di Luigi Pestalozza

Ingresso libero

Un concerto per non dimenticare mai gli orrori dell’Olocausto. Nella ricorrenza del Giorno della Memoria, il Maestro Orazio Sciortino eseguirà brani composti da tre musicisti di origine ebraica – Viktor Ullmann, Gideon Klein, Erwin Schulhoff – internati nel campo di Theresienstadt (Terezin).

Tra il 1941 e il 1945, la città-fortezza di Terezin (in Cecoslovacchia) divenne un campo di smistamento per decine di migliaia di deportati verso Auschwitz. La particolarità di questo lager fu la decisione del Terzo Reich di utilizzarlo come strumento di propaganda, parlandone addirittura come del “ghetto-paradiso”. Nello spiazzo principale della cittadella, infatti, venne eretto un palcoscenico, dove i prigionieri, al termine della giornata di lavoro, potevano dedicarsi  in totale libertà (…) alle loro attività artistiche. Molti musicisti vennero così convogliati verso Terezin (dove venne addirittura girato un film-documentario dal titolo “Il Führer dona una città agli ebrei”, di evidente funzione propagandistica).

Grazie all’ingegno e alla passione degli artisti internati, tra cui proprio Gideon Klein, uno degli organizzatori della vita culturale nel campo (fu ucciso ad Auschwitz nel 1945), si poté ricominciare a scrivere musica, a eseguirla, magari con strumenti costruiti con materiali di recupero, e ad ascoltarla.

Molti musicisti di solida carriera lavorarono intensamente nei tre anni di “vita artistica” del Campo di Terezin. Victor Ullmann era sicuramente il più famoso. Già allievo di Arnold Schônberg, Ullmann scrisse la sua opera più importante, “L’Imperatore di Atlantide”, in cui (anche grazie al bel testo espressionista, scritto dal giovane poeta Peter Kien) riesce a denunciare l’assurda realtà del Campo, della Germania e del mondo tutto. Ullmann morirà ad Auschwitz nell’ottobre del 1944.

Programma

Viktor Ullmann                 Sonata n° 1 op. 10

(1898 – 1944)                     Molto agitato

                                               Andante (quasi marcia funebre). Omaggio a Gustav Mahler

                                               Adagio. Presto

 

Gideon Klein                      Sonata

(1919 – 1945)                      Allegro con fuoco

                                              Adagio

                                              Allegro vivace

 

Erwin Schulhoff                Suite dansante en jazz

(1894-1942)                       1. Stomp

                                               2. Straight

                                               3. Waltz

                                               4. Tango

                                               5. Slow

                                               6. Fox-trot

 

 

Categorie: Cultura e Media, Europa
Tags: , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.