Arrivano in Kenia i primi aiuti dell’ONU destinati alle vittime della siccità in Somalia

18.07.2011 - Nairobi - Democracy Now!

In Etiopia i campi profughi sono stati aperti da poche settimane e già la capacità di accoglienza è al massimo. Una rifugiata somala di nome Safiala è arrivata a un campo etiope una settimana fa con sette bambini, dopo giorni di cammino durante i quali ha subito una vera tragedia.

Safiala Abdullahi ha raccontato: “durante il viaggio mi sono ammalata, il bambino non aveva niente da mangiare perché non potevo allattarlo e per questo è morto di fame e disidratazione. Abbiamo chiesto aiuto alle persone che passavano per scavare una buca, lo abbiamo seppellito e poi abbiamo proseguito il nostro cammino”.

Antonio Guterres, Alto Commissario per il Rifugiati dell’ONU, ha dichiarato: “ci si spezza il cuore ascoltare madri che raccontano di aver perso i loro figli dopo giorni di cammino, vedere bambini che muoiono e medici che non sono in grado di risolvere la situazione perché è troppo tardi, vedere che c’è ancora tanto da fare”.

Tradotto da Eleonora Albini

Categorie: Africa, Internazionale, Politica

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

maltepe escort