Internazionale

I funerali di Dae-jung consentono un nuovo contatto tra le due Coree

La Corea del Sud dà l’ultimo saluto al vecchio presidente Kim Dae-jung. L’ex presidente, morto martedì scorso all’età di 85 anni, è stato sepolto oggi. Alla sepoltura presenti circa 24.000 persone. La delegazione nordcoreana che ha assistito ai funerali ha fatto visita al presidente sudcoreano Lee Myung-bak consegnandogli un messaggio del proprio presidente Kim Jong-il.

Un professore offre tecnologia in cambio di sviluppo

Un professore originario del Kenya, si è dedicato negli ultimi otto anni al recupero di computer, stampanti e altre apparecchiature elettroniche buttati nelle discariche. Dopo averli riparati, in collaborazione con una squadra di informatici, li manda a studenti kenioti che altrimenti non avrebbero avuto i mezzi per accedere a questa tecnologia.

Kim Dae-jung, premio Nobel per la Pace nel 2000, muore a Seúl

Presidente della Corea del Sud dal 1998 al 2003, premio Nobel per la Pace nel 2000. E’ stato chiamato “il Nelson Mandela dell’Asia” per la sua opposizione ai governi autoritari. Ha promosso nel 2000, insieme al nordcoreano Kim Jong-il, la cosiddetta “Politica della luce del sole”, nel tentativo di portare la pace nella penisola coreana.

Hillary Clinton conclude il suo viaggio in Africa visitando la Liberia per fornire il suo appoggio all’unica presidentessa africana

La segretaria di Stato statunitense, Hillary Clinton, ha concluso il suo viaggio nel continente africano in Liberia, in appoggio all’unica Presidentessa, Ellen Johnson-Sirleaf. Il viaggio ha dato maggior risalto a questo continente ed è servito per appoggiare il Tribunale Penale Internazionale dell’Aia, cui gli Stati Uniti non hanno ancora aderito.

L’Orchestra arabo-israeliana West-Eastern Divan celebra il suo decimo anniversario

Daniel Barenboim e l’Orchestra West-Eastern Divan celebrano il decimo anniversario con una tournée di concerti in Europa, durante la quale saranno ospiti di alcuni dei più prestigiosi festival e sale da concerto del continente. Questa orchestra ‘rappresenta un modello alternativo alla situazione attuale in Medio oriente.’

Campagna mondiale contro la giunta militare del Myanmar (ex-Birmania)

Si sta promuovendo una campagna mondiale affinché il Consiglio di Sicurezza dell’ONU prenda provvedimenti immediati contro la decisione della Giunta di ieri. Dopo 13 ani di arresti domiciliari il Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi è stata condannata ad altri 18 mesi di arresti domiciliari per impedirle di partecipare alle elezioni del prossimo anno.

Il basket al servizio della pace

Da più di un mese le strade di certi quartieri della regione metropolitana sono teatro di un’animazione piuttosto particolare a favore della pace a Haïti. Ogni fine settimana si organizzano incontri di basket per giovani chiamati «Panier la Paix» (cesto per la pace). Un programma che ha suscitato molta speranza tra i giovani.

Accesa nel Parco della Pace ad Hiroshima la fiamma della MM

La cerimonia si è svolta proprio davanti alla torcia accesa nel 1945 in memoria di coloro che morirono e che rimarrà accesa fino a quando non saranno eliminate tutte le armi nucleari. Rappresentanti della marcia Mondiale – presenti alla cerimonia – porteranno la fiamma di Hiroshima in tutti i paesi attraverso i quali passerà la MM, reclamando l’abolizione del nucleare.

Ora sì che un altro mondo è possibile

La crisi e la leadership del Presidente degli Stati Uniti Barak Obama rappresentano una possibilità di cambiare direzione verso i valori della libertà, dell’uguaglianza e della solidarietà, precedentemente bistrattati in nome del dio mercato.

L’ Opinione di Federico Mayor Zaragoza, presidente della Fondazione Cultura di Pace.

LEGGERE TUTTO…

Il ministro tedesco sostiene la Marcia Mondiale

Il Ministro tedesco per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, Heidemarie Wieczorek-Zeul, sostiene la Marcia Mondiale perché “promuove una società nonviolenta, aperta e tollerante e contribuisce allo sviluppo di una cultura globale della pace. Dobbiamo superare le trincee di ostilità e di mutismo e portare alla luce la strategia di una comune convivenza pacifica”.

1 366 367 368 369 370 371